Degli alti e bassi del 2016

Posted on Posted in Sesso

Diciamo la verità: questo 2016 è stato piacevole come infilarsi il faccione di Donald Trump nel didietro. Con la rincorsa e il sabbione, per dirla alla Giacobazzi. Tra attori, cantanti e artisti che cadono come mosche, elezioni disastrose, referendum da dimenticare, guerre e calamità naturali, per molti il conto alla rovescia di Capodanno è partito due settimane fa e abbiamo tutti fretta di voltare pagina e ricominciare.

 

 

Non che l’anno che sta finendo non abbia avuto i suoi lati positivi: per il mondo a tripla X il 2016 è stato un anno molto prolifico, con tante buone idee e nuovi prodotti molto interessanti. Prima di tutto, anche Kickstarter si è arreso e ha concesso la sua prima campagna di crowdfunding per un sex toys. Si tratta del piccolo e tenero Fin, opera di quelle due geniacce di Dame Products, che l’anno prima avevano ideato e realizzato il mini-vibratore indossabile Eva. Proprio Eva è stato il primo sex toy che ho recensito su questo blog (yaaay!), a cui sono seguiti molti altri, come ad esempio il misterioso e trashissimo Womanizer.

 

sex-toys

 

E, già che siamo in argomento, vogliamo parlare del nuovo blog di Valiziosa? Va bene 2016, tutto sommato ora mi stai più simpatico… E dire che come anno era iniziato abbastanza bene. Soprattutto per Leonardo Di Caprio che era finalmente riuscito ad agguantare l’agognato Premio Oscar.

Poi però tutto è andato a rotoli. In Italia ci si è messa la ministra Lorenzin con la sua pluripremiata campagna per il Fertility Day a rompere le uova nel paniere a tutti, soprattutto alle donne. Per fortuna a fare un po’ di vera e sana educazione sessuale ci ha pensato il sito OMGYes, perché sennò eravamo veramente fregate. Si è persino parlato di porno al femminile, anche grazie alla ricerca sul tema di ShePorn, punto di riferimento per chi vuole approfondire l’argomento senza vergogna o tabù. Insomma, come direbbe Galileo, anche l’immobile Italia “eppur si muove”. Ogni tanto e molto lentamente, ma si muove.

 

Ammettiamolo: perculare il Fertility Day è stato il passatempo preferito di questo 2016
Ammettiamolo: perculare il Fertility Day è stato il passatempo preferito di questo 2016

Come ci siamo mossi noi, che nel 2016 ci siamo dati ai viaggi un po’ osé e alle visite guidate molto calienti. Come quella tra sex toys ‘vintage’ che abbiamo scoperto nella bella Villa Zarri, o tra le foto delicate e sensuali di Sara Lorusso. E dire che tutto era iniziato con #sensualitArte ad ArteFiera, appuntamento che ripeteremo sicuramente anche quest’anno. Intanto preparate i bagagli:  il nostro viaggio del piacere continua e la prossima tappa è moooolto vicina… 😉

Ci vediamo il prossimo venerdì, ma soprattutto, ci vediamo nel 2017. Ciao maliziosi!

 

meme-valiziosa-anno-nuovo-auguri

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.